mercoledì 20 febbraio 2013

L'ultimo post e il QB

No non pensate male, questo blog non chiude (mi piace troppo questo spazio!)  ma semplicemente si trasferisce.
Scusate l'assenza dell'ultimo periodo ma appena riuscivo a ritagliare del tempo lo dedicavo all'inserimento dei contenuti sul nuovo sito.  E già così sono in ritardo di quasi due mesi sulla mia data inizialmente ipotizzata per l'on air...argh!!
Ma ci siamo ragazzi, ecco finalmente una bella notizia, la prossima settimana sarà on air il nuovo sito THAT DAY.it dove confluirà anche questo blog. Non sarà ancora perfetta l'impaginazione di tutti i vecchi post dovuta il trasferimento sulla nuova piattaforma (pian pianino li metterò a posto eh ;-) e forse anche altre sezioni saranno da finalizzare ma direi che abbiamo raggiunto il livello QB.

Ovvero Quanto Basta.


E' un concetto che mi ronza spesso intorno e forse possiamo farci insieme qualche riflessione.
Giusto ieri sera mio marito, che si sta allenando per una maratona, mi raccontava di come negli ultimi anni si siano evolute le tecniche e modalità di allenamento per massimizzare le prestazioni in gara con l'obiettivo di ridurre lo stress a cui viene sottoposto il corpo e la durata degli allenamenti.
La scienza sportiva sta cercando di capire quando si innescano e come si mantengono determinati meccanismi fisiologi che sono alla base di buona prestazione.
E il concetto alla base di tutto è il QB.
L'acqua bolle a 100 gradi. Non ne servono 150 per innescare la reazione chimica di cui abbiamo bisogno. Semplicemente 100. Non uno di più e neanche uno di meno.

Bhè non potete immaginare quante volte io utilizzi il QB nella mia vita e nel mio lavoro. E non vorrei che leggeste questo come una mancata cura del dettaglio, chi mi conosce sa che non è così. Ma c'è dettaglio e dettaglio, c'è il dettaglio che viene notato e viene apprezzato, e c'è quello che non viene letto.
Ottimizzare il tempo (mio, dei clienti, e dei fornitori) significa anche saper riconoscere quando e dove è sufficiente fermarsi al punto QB. Ogni zelo, accanimento o perfezionismo in eccesso sarebbe una perdita di tempo.
Talvolta saper riconoscere il QB fa la differenza fra fare un lavoro e non farlo affatto (o terminarlo in ritardo).
Riconoscere il QB significa quindi fare buona stima di costi e tempi.

Che il QB sia con noi!

Il prossimo post sarà sul nuovo sito, ci vediamo lì la prossima settimana!
Buona giornata a tutti!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...